Domenica, 24 settembre 2017 - ORE:03:30

Agente Cia in un punto di more: “Ho ucciso Marilyn Monroe”


Sono davvero shockanti le dichiarazioni di Normand Hodges, agente della CIA in pensione, che sul suo letto di morte afferma la sua verità, una verità davvero sconcertate. L’uomo, infatti, ammette di essere stato lui ad uccidere l’attrice Marilyn Monroe. Ecco cosa dichiara l’agente:
“Avevamo la prova che Marilyn Monroe aveva una relazione con Kennedy ma anche con Fidel Castro. Mi è stato detto che doveva morire. E doveva sembrare un suicidio un’overdose.”
Inoltre, dichiara di aver operato ben 37 omicidi per conto del Governo degli Stati Uniti d’America tra il 1959 e il 1972. Era la prima volta però che uccideva una donna. L’uomo si giustifica dicendo che l’attrice avrebbe potuto svelare delle informazioni importanti strategiche e mettere in mpericolo l’America, e i suoi cittadini.
Ora non resta che fare chiarezza sulla vicenda della sua morte, che seppur a distanza di anni lascia ancora senza parole.CONTINUA A LEGGERE



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 24 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.