Domenica, 24 settembre 2017 - ORE:00:51

Bikini a vita alta, torna lo stile retrò

bikini a vita alta

bikini a vita alta

Finalmente ho fatto il cambio di stagione e mia madre ha tirato fuori i costumi.

Bikini, bikini, bikini. Nero, fucsia, azzurro, rosso, blu. Poi, in mezzo a tutta questa marea di slip a vita bassa, c’è un tesoro vintage: un meraviglioso costume a vita alta, bianco con fantasia cachemire in petrolio (che metto troppo poco spesso a dir la verità). Quale migliore motivo e momento dunque per rispolverarlo, visto che da qualche anno a questa parte questa moda si fa spazio, più o meno violentemente, in mezzo al mare di costumini striminziti da indossare in spiaggia?

Trend o non trend, io trovo che sia un modello che può valorizzare molto il fisico di una donna, ma bisogna sceglierlo con molta cura e passando del tempo seriamente ponderato nel camerino. Di seguito ecco un vademecum con i punti fondamentali da non dimenticare durante un acquisto simile.

1

Bikini a vita alta: Come sceglierlo?

Come ogni capo che vogliamo ci risalti e ci stia bene, anche il costume va provato, forse persino con più cura e più a lungo rispetto ad altri: infatti, lasciandoci praticamente nude, è bene che valorizzi i nostri punti forti piuttosto che esaltare qualche piccolo difettuccio e mortificarci.

Innanzitutto la taglia. No ad uno slip che stringe troppo: se per un bikini a vita bassa vogliamo evitare che stringa sulle cosiddette maniglie dell’amore, vogliamo ancora meno che lo slip a vita alta “seghi” eccessivamente il nostro punto vita. Fare attenzione anche a sceglierlo troppo grande: oltre a scendere in continuazione, non vorremmo assolutamente avere l’effetto “pannolone” in spiaggia mentre facciamo una passeggiata sul bagnasciuga. Non vi fossilizzate dunque su un modello che proprio non vi viene incontro con al taglia: se non vi sta bene nè la 42 nè la 44, lasciatelo in negozio e avanti con il prossimo.

pois

Stessa importanza- e qua mi sembra di essere mia madre- è la scelta del reggiseno: no ad un pezzo di sopra che “schiaccia” il seno senza valorizzarlo ma, anzi, quasi nascondendolo. Se vogliamo abbracciare fino in fondo la filosofia delle pin up, allora scegliamo un bel balconcino che metta in mostra tutto quello che c’è da mostrare, sia esso una prima scarsa- che sicuramente si vedrebbe molto meno sotto una fascia- o una quarta abbondante.

righe

floreale

Il modello giusto. Come ogni indumento, anche un semplice slip a vita alta può avere mille varianti, quindi alcune possono starci meglio di altre: a mio avviso, no allo slip troppo alto, in fondo qualcosa si deve vedere, né troppo basso perché l’altezza sotto l’ombelico spezza il tronco nel punto sbagliato.

Il taglio della gamba poi è molto importante: essendo ripreso sui modelli anni ’50 può capitare che la sgambatura non sia a bikini classico ma in stile shorts: scegliere quindi con molta cura quale delle due sta meglio su di noi.

La fantasia. Se avete un fisico più morbido e curvy occhio alle macro fantasie e alle righe orizzontali, optate piuttosto per un classico tinta unita o su fantasie micro.

lei

lei2

Tocchi di classe

Estate è anche sinonimo di pool party, e io trovo che non ci sia niente di meglio che indossare un bel costume elegante e ricercato, abbinato ai giusti accessori.

Sì alla borsa di paglia, che è un must per l’estate, a cui aggiungere un tocco di colore con un foulard, e sì anche al maxi cappello: la tesa super larga oltre a conferirvi un’aria di mistero vi proteggerà dal sole durante le ore di punta. Sì ai bijoux coloratissimi o dorati (che fanno risaltare l’abbronzatura), siano essi orecchini, bracciali o collane- ma attenzione a non prenderci troppo sole che altrimenti vi rimane il segno. Sì ad una camicina di seta aperta usata come copricostume: bianca sul nero, nera sul bianco o a fantasia per ravvivare il tutto. Occhiali da sole e ciabattine li avevo già inclusi nel pacchetto.

Crema solare– sempre e comunque- , perché non c’è niente di meno chic di una ragazza color aragosta che sorseggia il suo cocktail a bordo piscina.

b

c

Un ultimo consiglio

Una volta trovato il perfetto bikini a vita alta non ci resta che sfoggiarlo super orgogliose sulla spiaggia, stese sul nostro telo con il nostro cappello di paglia. Però io vorrei ricordarvi che forse è meglio non inaugurarlo il primo giorno di mare… Nessuno in fondo vuole avere il segno bianco a metà pancia per tutta l’estate vero?

bikini a vita alta



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 24 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.