Domenica, 23 luglio 2017 - ORE:12:36

DIY, quando il fai da te diventa di moda

diy

diy

Per quanto tempo ci siamo sentiti ripetere dalle nostre nonne che non ci fosse niente di male a indossare gli abiti smessi di nostra cugina più grande di noi di 20 anni, o nostra madre che ci torturava con zainetti e scarpe di nostro fratello maggiore, mentre i nostri amici sfoggiavano zaini Invicta all’ultimo grido e scarpe Lelly Kelly ultima stagione.

Così per anni abbiamo lottato e litigato per poter affermare la nostra personalità attraverso nuovi acquisti, credendo che il riciclo di abiti e accessori fosse qualcosa di obsoleto e dei tempi della guerra dei 100 anni.

Le tendenze cambiano

Cattive notizie per voi instancabili seguaci della moda, pronti a rinnovare il guardaroba ogni nuova stagione e a liberarsi di vecchi oggetti appena li si consideri inutili. Ormai da un bel po’ di tempo impazza sul web la moda del DIY, o do it yourself , un modo di essere e di pensare più che una semplice moda.

Se si fa un giro con attenzione tra i più famosi e utilizzati social dei nostri giorni, con un’attenzione particolare a Pinterest (una vera e propria Mecca per gli amanti del bricolage e del riciclaggio), si possono trovare diversissime idee, dagli abiti all’arredamento, passando per le decorazioni di Natale e i cuscini del divano. Insomma, i patiti del motto “chi fa da sé fa per tre” possono trovare pane per i loro denti anche solo scorrendo la loro bacheca di Facebook o i post su Instagram.

Ma il movimento DIY non è semplicemente una moda passeggera, sembra destinata a resistere. Il riutilizzo di tutto ciò che si ha in casa per dargli nuova vita, o la creazione di capi di abbigliamento originali e non posseduti da nessuno hanno colpito il grande pubblico, e anche le persone famose si sono dichiarate totalmente prese.

Molti seguaci di questa filosofia dichiarano di non esserlo per semplice tendenza, ma soprattutto per la rivoluzione che questo termine porta in sé. Non è solo evitare gli sprechi, è anche un hobby, un’attività da condividere con famiglia e amici e un modo di avere prodotti di qualità e provenienza certificate, in un mondo in cui la produzione di massa è più importante.

regali

Qualche idee per iniziare

Oltre a curiosare tra i vari profili di esperti diyers per avere idee fresche e divertenti, ci sono veri e propri siti e forum super organizzati dove poter prendere qualche idea e iniziare a creare da sé qualsiasi cosa. Uno di questi è #DIY ITALIA, un blog ricco di idee e tutto italiano. Poi c’è DIY Network un sito pieno di spunti creativi, divisi in categorie; si può imparare come rendere il proprio giardino bellissimo ogni stagione, o come preparare il perfetto cocktail per un aperitivo con gli amici. C’è perfino una sessione wedding piena di idee per giovani spose stanche delle solite cerimonie dispendiose e monotone.

fai-da-te

Infine sul sito DIY si troverà una vera e propria bacheca di video-istruzioni  per le creazioni più varie: cosa le accomuna? Sono tutte formato kid, per i più piccoli. Una ricchissima community di genitori di ultima generazione si va avvicinando sempre più a questo mondo, cercando alternative ai soliti giochi pomeridiani, alle solite merende preconfezionate. Qui si potrà imparare come realizzare costumi di carnevale fuori dal comune, o come organizzare una festa DIY per i vostri bambini e i loro compagni di scuola, facendo realizzare loro gioielli colorati con fiori e spille colorate, mangiando una torta di zucca e cioccolato. Magari fatta con le zucche del nostro orto (questo sarebbe il livello da esperti, da raggiungere con il tempo).



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 56 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.