Martedi, 25 luglio 2017 - ORE:22:36

Quante bevande alcoliche consumiamo?


Quante bevande alcoliche consumiamo

L’alcol tra uso e abuso in Italia: Quante bevande alcoliche consumiamo?

Secondo una ricerca condotta dall’Istat , “Uso e abuso di alcol”, si è visto diminuire il consumo giornaliero di alcol, anche se è in costante crescita quello fuori dai pasti. Si stima che tra il 2002 e il 2012 i consumatori abituali di bevande alcoliche siano diminuiti: si passa dal 34,5% al 24,4%.

In aumento i consumatori occasionali di bevande alcoliche, che passano dal 35,8% al 42,2%, seguiti da coloro che assumono alcol fuori pasto, dal 23,1% al 26,9% di oggi.

Insomma questi dati parlano chiaro e ci fanno capire come le abitudini degli italiani stiano mutando. Oggigiorno tendiamo a bere più fuori pasto, basti pensare ai numerosi aperitivi che facciamo in compagnia degli amici, dove si consuma di solito amari e cocktail, accompagnati da stuzzichini di vario genere.

L’analisi condotta dall’Istat rileva un dato curioso: il Centro-Nord si aggiudicano il primato per l’assunzione di alcol, con una percentuale più alta tra gli uomini.

bottiglie_alcool_410L’alcol tra i giovani: alcuni dati allarmanti

Bere di rado una bevanda alcolica non nuoce alla salute (se non lo reggete, non bevetelo), ma spesso e volentieri si può arrivare all’abuso e può danneggiare seriamente la nostra salute. L’allarme alcol si fa sempre più “giovane”, perché investe soprattutto la fascia di età di ragazzi tra i 18 e i 24 anni, che sono in testa per il consumo di bevande alcoliche. A tale riguardo si parla di Binge drinking, ossia delle cosiddette bevute compulsive fino allo stordimento, che sembrano essere un fenomeno prettamente maschile (20% contro il 9% delle donne).

I dati rilevati da un’agghiacciante ricerca: il 20% dei giovani si ubriaca nel fine settimana. Oltre il 50% dei ragazzi tra i 13 e i 15 anni beve il sabato sera; oltre 770 mila sono i giovanissimi al di sotto dei 16 anni che fanno un uso spropositato di alcolici. Si stima che il 74% dei ragazzi bevano 1- 2 bicchieri in discoteca o presso un pub,  seguito dal 35,7% per i 3-4 bicchieri e il 27,8% che si fa un giro di sei e passa bicchieri. I maggiori fruitori sono minorenni (o quasi) : l’83% hanno tra i 16 e i 18 anni, il 67% tra i 13 e 15 anni, seguiti dai ragazzi dai 25 anni in poi che rappresentano il 64%.

Consumare bevande alcoliche più del dovuto non fa certo di noi dei supereroi

E’ bene ricordare che bere non ci rende né fichi né  delle “superdonne”, anzi: ci rimettiamo di salute e basta. Alzare il gomito non è un modo per conquistare, farsi notare o per fuggire dai problemi della routine. L’abuso di alcol può avere delle serissime ripercussioni, quindi occhio. Piuttosto datevi a una bevanda analcolica. Rimanete lucidi e non avrete problemi alla guida e a livello comportamentale e salutare.

Beviamo con moderazione e di rado, solo così  non distruggeremo in un attimo effimero il nostro futuro.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 16 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.