Domenica, 24 settembre 2017 - ORE:03:32

Passione Vintage


vintage

Ci siamo cascati tutti ed è inutile resistergli, la passione per il vintage si è insinuata nei nostri armadi facendoci portare a casa da mercatini e mostre capi che prima non avremmo considerato che agee, vecchi. Occhiali, borse, orologi, maxi pullover molto anni Ottanta esercitano uno strano fascino ai nostri occhi tanto abituati al nuovo. Gli oggetti vintage hanno una loro storia alle spalle, per i nostalgici rievocano bei tempi passati, e per chi quei bei tempi non li ha vissuti invece il vintage ha il sapore dello sconosciuto e del vissuto. Le stoffe degli abiti e le cuciture sono la cartina tornasole di un vero capo vintage, per evitare di essere truffati la fattura di un capo è quella che dice la verità sulla sua età effettiva. Ricordiamo, per puro piacere del sapere, che la parola vintage deriva dal francese antico vendenge, a sua volta derivato dalla parola latina vindemia che indica in generale i vini d’annata di pregio. Per il Vintage c’è un vero e proprio culto, gli oggetti hanno una fattura estremamente raffinata e sono spesso e volentieri pezzi introvabili, unici. Un oggetto è definito vintage quando è stato prodotto almeno venti anni prima del momento attuale.

Una frase celebre della stilista Coco Chanel è “la moda passa, lo stile resta” ed è quello il cuore del vintage, non è passato ed è  tremendamente glamour. Oggi i grandi stilisti reinterpretano il vintage, questo è diventato una sorta di ispirazione per le grandi case di moda, lo stile e il fascino dei capi vintage non passa, un abito Chanel può reinterpretare un suo lontano parente ma mai copiarlo. In barba alla crisi e allo shopping compulsivo, il tailleur o l’orologio che avete riesumato dal fondo del vostro armadio possono oggi avere un grande valore. La borsetta il pelle nera che la beneamata nonnina custodiva con gelosia oggi può essere riattualizzata e abbinata con un qualunque paio di jeans, per aggiungere, diciamo, un tocco di classe ad una giornata qualunque.

Vintage

Ma l’old style non è solo l’ usato appunto, c’è anche il vintage chic, cioè quello dei grandi della moda, che scelgono accuratamente i tessuti e reinventano accessori e capi, dandogli un accenno di novità nonostante le forme classicamente vintage. Nei mercatini delle pulci e nelle fiere è ormai un divertimento aguzzare la vista e come dei segugi andare in cerca del capo particolare, magari pure firmato. C’è una sorta di sentimento di ribalta nei confronti delle imposizioni del mondo della moda: se ci facciamo caso, infatti, il vestiario, specialmente delle nuove generazioni, sembra fatto con lo stampino. Camminando per strada vedo persone vestite uguali, stessi jeans, stessi stivali, c’è poca varietà. Almeno in Italia. Mentre tra le bancarelle di una fiera del Vintage i nostri gusti hanno libero sfogo, possiamo scegliere ciò che più ci piace e che spesso e volentieri è un pezzo unico. Ci reinventiamo, ci sbizzariamo e e ci innamoriamo del Vintage che non delude mai.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 8 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.